spacer
barra logo
Home » Educazione Ambientale

Progetto di Educazione ambientale Anno Scolastico 2016/2017

Dentro, intorno e lungo il fiume: di uomini, acque, erbe e animali

Premessa, analisi e obiettivi
Il progetto di educazione ambientale "Dentro, intorno e lungo il fiume: di uomini, di acque, di erbe e di animali", nei due anni precedenti ha ottenuto un buon riscontro in termini di adesione alle iniziative di cittadini e di docenti e anche un ottimo coinvolgimento delle associazioni di volontariato e dei comuni del parco.
Il Parco Oglio Sud e la rete degli enti e delle associazioni che collaborano  all'iniziativa, (l'Ecomuseo Valli Oglio Chiese, l'Ecomuseo Terre d'Acqua tra Oglio e Po, l'Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, il Labter CREA di Mantova, la Fattoria Didattica Le Bine) propongono quindi la terza edizione del progetto.
Il percorso prende le mosse da una "chimica" speciale, quella delle idee, che incontrandosi danno vita a proposte nuove, e dal desiderio di andare oltre le apparenze per scoprire i segreti, le storie, le caratteristiche nascoste del nostro territorio. Un invito a osservare, approfondire, curiosare, scavare, ascoltare per comprenderne la natura più intima.
Questo è ciò che crediamo possa essere l'educazione ambientale e ciò che ci piacerebbe fosse possibile mettere in pratica nelle scuole: osservare fenomeni e cambiamenti, capire da dove provengono e da cosa sono generati, avvalersi delle nuove scoperte per progredire nella conoscenza, immaginare sviluppi futuri e migliorare il rapporto con l'ambiente e con le persone che lo vivono: in una parola migliorare la propria vita.

CORSI D'AGGIORNAMENTO rivolti ai docenti, alle GEV e agli educatori ambientali:
Proseguendo con il principio di "formare il formatore", per il prossimo anno scolastico porteremo i corsi nei vari Istituti Comprensivi che da molto tempo collaborano e aderiscono ai nostri progetti. I docenti degli istituti saranno chiamati a partecipare alla giornata di presentazione e comunque entro i primi di settembre ogni singola scuola riceverà in dettaglio i programmi delle proposte. Si vuole offrire una visione ampia di quello che si potrebbe attuare successivamente con le classi, in particolare stimolando un approccio trasversale e interdisciplinare. Ogni Istituto potrà scegliere tra i 4 percorsi proposti quelli che giudicherà più interessanti; le richieste saranno valutate in base al numero complessivo pervenuto da tutti gli IC.

I corsi saranno gratuiti, con i costi degli esperti a carico del parco e avranno un approccio molto pratico e concreto.

Si richiede però, a fronte della gratuità delle proposte, che qualche docente per scuola metta in pratica con le classi quanto appreso nei corsi, che preferisca uscite all'interno del parco, nei percorsi esterni dell'Ecomuseo Valli Oglio Chiese e in quelli proposti dal MU.VI di Viadana, che aderisca al progetto regionale di AREA Parchi "Sistema Parchi" Lombardia, oltre che partecipare al concorso "Natura in movimento" indetto ogni anno.

Si darà un contributo di 50,00 € alle prime 10 classi che si iscriveranno alle uscite di Sistema Parchi, e un altro di 100,00 € ai 5 migliori lavori realizzati dalle scuole.

Come sempre accaduto anche negli anni passati, la responsabile dei progetti è disponibile a partecipare agli incontri di programmazione didattica negli Istituti Comprensivi interessati.

Si precisa che ai dirigenti delle scuole che aderiranno sarà chiesto di poter ospitare eventuali docenti extra istituto, volontari di associazioni culturali e legate agli ecomusei Valli Oglio Chiese e Terre d'Acqua tra Oglio e Po, oltre che le GEV e educatori ambientali interessati alle tematiche.

Sarà indicato in seguito un elenco di possibili esperti esterni  per poter approfondire le tematiche con le classi, in questo caso con costi a carico delle scuole.

Quest'anno si propongono quattro filoni di approfondimento:

1) Laboratori scientifici. A cosa servono? Come li attrezziamo? E come li possiamo utilizzare? A cura di Francesco Cecere 
Nelle scuole tante volte troviamo laboratori di scienze non utilizzati, oppure non vi sono affatto. Ma a che cosa possono servire? Come possiamo utilizzare le attrezzature? Per fare che cosa? Il corso intende spiegare e accompagnare i docenti attraverso alcune semplici azioni pratiche per sfruttare al meglio l'ausilio di attrezzature scientifiche, e guidare all'acquisto di quelle che possono servire maggiormente.

2) Portiamo il Bioblitz nelle scuole! L'utilizzo delle piattaforme per conoscere e studiare la biodiversità intorno a noi. A cura di Francesco Cecere e Lella Rossetti  
A cosa può servire l'utilizzo di una piattaforma informatica??
Per insegnare ai ragazzi un uso consapevole e positivo dello smartphone, parte integrante del loro abbigliamento, per imparare a osservare la natura nel giardino della scuola o in un parco cittadino, per capire l'importanza dei monitoraggi per la conoscenza della biodiversità, per capire che non esiste nessuna specie banale, per divertirsi seguendo e scrivendo una «storia»… di un bruco, di una rondine, di una cicogna, di un albero…, per scoprire il significato di salvaguardia, per condividere in modo semplice il proprio dato con altri in tutto il mondo, per dare un piccolo contributo alla conoscenza scientifica, perché sono coinvolte molte discipline… scienze, tecnologia, italiano, geografia, inglese, immagine…

3) La mappa di comunità con gli occhi dei ragazzi - A cura di Barbara Cassinari   
Lo scorso anno scolastico, Barbara Cassinari, è stata docente del corso di didattica museale lanciato dall'ecomuseo Valli Oglio Chiese, rivolto ai docenti degli IC di Canneto sull'Oglio, Piadena e Bozzolo. Nel 2016-2017, dopo un recupero durante il primo incontro di quanto mostrato lo scorso anno, si vorrebbe costruire una mappa di comunità. Ma cos'è la mappa di comunità? "La mappa di comunità è uno strumento con cui gli abitanti di un determinato luogo hanno la possibilità di rappresentare il patrimonio, il paesaggio, i saperi in cui si riconoscono e che desiderano trasmettere alle nuove generazioni. Evidenzia il modo con cui la comunità locale vede, percepisce, attribuisce valore al proprio territorio, alle sue memorie, alle sue trasformazioni, alla sua realtà attuale e a come vorrebbe che fosse in futuro. Consiste in una rappresentazione cartografica o in un qualsiasi altro prodotto od elaborato in cui la comunità si può identificare.
Viene in tal modo esplicitato un concetto "nuovo" di territorio, che non è solo il luogo in cui si vive e si lavora, ma che pure conserva la storia degli uomini che lo hanno abitato e trasformato in passato, i segni che lo hanno caratterizzato." (da www.mappadicomunita.it)

4) Scrittura creativa- i segreti dello scrivere favole e racconti. Imparare a drammatizzarli. A cura di Guido Conti, Giuseppe Festa, Enzo Cecchi-Marco Zappalaglio o Teatro Itinerante o Alberto Branca
Come si costruisce un racconto? E cosa dobbiamo sapere per scrivere una fiaba? I personaggi cosa devono esprimere? Tanti sono i segreti che si celano dietro un libro: Giuseppe Festa e Guido Conti racconteranno attraverso esempi e aneddoti i segreti della scrittura attraverso un viaggio emozionante e ricco di sorprese. Cecchi e Zappalaglio, spiegheranno invece il modo per rappresentare i propri elaborati e le proprie emozioni.

I corsi saranno presentati venerdì 9 settembre presso la fattoria Didattica e Riserva Naturale le Bine di Acquanegra sul Chiese.

Pubblichiamo il calendario delle iniziative da marzo a luglio 2017

Continuate a seguirci sulle pagine Facebook https://www.facebook.com/ParcoRegionaleOglioSud?fref=ts e https://www.facebook.com/groups/225681474127477/?fref=ts

Educazione ambientale
Educazione ambientale
 
Prelievo macroinvertebrati
Prelievo macroinvertebrati
 
In visita alla riserva
In visita alla riserva
 
 
QR Code
 
© 2017 - Parco Regionale Oglio Sud
Piazza Donatore del Sangue, 2 - 26030 Calvatone (CR) Tel. 0375.97254 - Fax 0375.97507 - Email info@ogliosud.it - ogliosud@pec.it - C.F. 90002650191
URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici